“ Utili o dannosi che siano, gli insetti coabitano con noi da quando abbiamo messo piede sulla terra centinaia di migliaia di anni fa. ...

BY-entO, la seconda vita degli insetti

By 10:15:00


Utili o dannosi che siano, gli insetti coabitano con noi da quando abbiamo messo piede sulla terra centinaia di migliaia di anni fa. Sono la classe più popolosa del regno animale e molte specie sono ancora sconosciute e non classificate essendo comparse prima dell’uomo”. Insomma, per Francesco Meles sono gli indiscussi re del pianeta. E se ti accompagnano dalla nascita diventa naturale vederli come compagni di vita.

Cresciuto nelle campagne piacentine, affascinato dalla natura e dai meccanismi che la regolano, per Francesco gli studi in zootecnia sono un percorso naturale. Dalla sua tesi in prove sperimentali di alimentazione dei polli da carne con larve di Galleria mellonella nasce l’idea di BY-entO. Con lui fin dall’inizio c’è Irina Vetere, amica conosciuta tra i volontari della Croce Rossa, con quella formazione economica necessaria per portare avanti una start up.

BY-entO inizia a muovere i primi passi grazie alla vittoria dell’edizione 2015 della business competition StartCup Emilia Romagna. Venuta alla luce con il fine di allevare insetti per ricavarne fertilizzanti e mangimi, oggi grazie al percorso di ricerca continua viaggia verso nuove frontiere: l’allevamento innovativo ed ecosostenibile di insetti sviluppato su modelli di franchising e, primi in Europa, l’estrazione molecolare diretta a ricavare derivati come proteine e lipidi da destinare ai mercati della cosmetica e nutraceutica. Perché gli insetti hanno un alto tasso di riproduzione, un basso impatto ambientale e sono ottimi trasformatori. A qualche mese dalla nascita, da Piacenza l’impresa di Francesco e Irina, 28 anni lui 27 lei, viaggia spedita tra incontri, convegni, bandi per raccogliere nuovo capitale e contatti con l’estero. E l’Uganda è già raggiunta.


Fare impresa con la ricerca, è questa la sfida di BY-entO. Un connubio, secondo Irina, decisivo per portare il sistema Italia a crescere. 

Poterebbe interessarti anche

0 commenti