Manca poco tempo alla grande finale della Start Cup Emilia-Romagna edizione 2018: scopriamo più da vicino i team finalisti. Chi gi...

Focus finalisti/Mamablock

By settembre 26, 2018 ,

Manca poco tempo alla grande finale della Start Cup Emilia-Romagna edizione 2018: scopriamo più da vicino i team finalisti.



Chi gira con un bambino in età da passeggino sa quanto questo fondamentale mezzo di trasporto possa diventare un problema da gestire al ristorante, al museo, ma anche al nido. Dall’intuizione di due mamme, Costanza Gagliano e Nicole Traini, è nato il progetto MammaBlock, una rastrelliera per parcheggiare in sicurezza questo bene a suo modo prezioso.

Facciamo parte di un gruppo chiamato MammaBo e ci sta molto a cuore il benessere della comunità” spiega Costanza “ci è venuta in mente questa idea per risolvere uno dei tanti problemi legati alla gestione dello spazio – pubblico e privato che sia – e per tutelare il passeggino che, essendo un oggetto piuttosto costoso, non si lascia volentieri incustodito”. 

Costanza e Nicole lavorano al progetto da fine 2017 e a marzo scorso, nello stesso periodo in cui hanno deciso di tentare la Start Cup, hanno depositato il brevetto della rastrelliera.
Fondamentale in questa fase l’apporto di Mauro Fizzoni, progettista e agente di commercio per una ditta di arredo urbano. “Si tratta di una rastrelliera modulare in cui si può agganciare il passeggino grazie a un dispositivo che può essere di due tipi: meccanico – quello al momento brevettato e prototipato – ed elettronico con QR code che ne permette lo sbloccaggio, tipo quello che vediamo con il servizio di bike sharing” continua la promotrice di MammaBlock.

Oltre alla rastrelliera, il team sta studiando altre iniziative sempre in un’ottica family-friendly. “Stiamo partecipando a un progetto europeo di Ca’ Foscari di family share in cui le famiglie possono aiutarsi reciprocamente condividendo del tempo e non solo” aggiunge Costanza “per questo vorremmo mettere a punto uno stroller sharing ovvero di condivisione del passeggino, sulla falsariga delle biciclette anche se il focus del progetto rimarrà sempre la rastrelliera”. 

I tre founder di MammaBlock sono felici di essere arrivati fino a questo punto della business plan competition. “È stato bello rimettersi a studiare, veniamo tutti da altri settori e poi ci è piaciuto stare a contatto con ragazzi più giovani: la contaminazione è stata uno degli aspetti più interessanti” dice l’ideatrice della rastrelliera “crediamo tanto in MammaBlock anche per l’impatto che avrà sulla collettività: la sicurezza del passeggino riguarda il singolo ma il miglioramento delle condizioni dello spazio urbano è cosa di tutti”.

Iscriviti qui per partecipare alla finale della Start Cup Emilia-Romagna 2018.

Poterebbe interessarti anche

0 commenti