strarcup Verso il PNI 2020 - Startcup Emilia-Romagna

Il PNI è alle porte e i team selezionati alla Start Cup Emilia-Romagna si stanno preparando per affrontare la prova.

Verso il PNI 2020

By novembre 24, 2020 , , ,


Il PNI è alle porte e i team selezionati alla Start Cup Emilia-Romagna si stanno preparando per affrontare la prova. Il Premio Nazionale per l’Innovazione quest’anno si terrà a Bologna anche se virtualmente: nelle due giornate in calendario – lunedì 30 novembre e venerdì 4 dicembre – si sfideranno 65 progetti innovativi provenienti dalle business plan competition collegate alle Università italiane e agli Enti di Ricerca Pubblici associati a PNICube (qui le info per partecipare).

Real Time OCM, K3RX, JEM Tech, Zenit Smart Polycristals e AgroMateriae sono i team a cui spetterà il compito di tenere alta la bandiera regionale. Li abbiamo raggiunti per qualche domanda in vista del premio. Ecco cosa ci hanno risposto.


Cosa è successo dalla finale a oggi?

REAL TIME OCM by SanChip Innovation
Abbiamo avuto molti contatti con diverse industrie ma anche OEM che si sono mostrati interessati alla nostra soluzione. Questo ci ha permesso di fare un’analisi più approfondita del mercato: informazioni utili per lo sviluppo del nostro primo prodotto. Inoltre siamo finalisti in diverse competizioni che si stanno svolgendo in questo periodo. Siamo tra i 40 selezionati su 700 startup candidate al Web Marketing Festival. Corriamo per ben due premi speciali nell’ambito del Premio Marzotto mentre nei prossimi giorni avremo anche l’opportunità di presentare il nostro progetto davanti ad una platea di esperti ed industriali in occasione dell’Industrio Day.

ZENIT SMART POLYCRISTALS
Rispetto a quando siamo partiti, il progetto è cambiato in modo sostanziale e negli ultimi tempi si è rafforzato grazie anche a dei contatti preliminari con alcuni potenziali clienti e investitori. Attraverso il percorso della Start Cup Emilia-Romagna negli ultimi sei mesi abbiamo allargato le nostre competenze e abbiamo cambiato radicalmente prospettiva nei confronti della nostra startup.

K3RX
Abbiamo ricevuto l’attenzione di qualche testata giornalistica, di alcuni Business Angel e di un fondo specializzato in investimenti sulla space economy. Dal punto di vista più strettamente business abbiamo alcuni nuovi contatti che speriamo portino sviluppi interessanti. Romagnatech in questo momento sta imbastendo un incontro con un importantissimo player americano in questo settore, incrociamo le dita!

JEM TECH
Abbiamo deciso di puntare ancora di più sulla parte business del nostro progetto. Abbiamo aggiunto al nostro gruppo un advisor esterno di caratura internazionale del quale ancora non possiamo svelare il nome. Tramite lui e alcuni suoi collaboratori abbiamo già trovato contatti possibili in Medio Oriente: stiamo preparando i documenti per poterci sedere al tavolo e parlare con loro di possibili investimenti.

AGROMATERIAE
Sicuramente la finale della Start Cup Emilia-Romagna ci ha dato più visibilità del previsto. Abbiamo avuto modo di conoscere nuovi possibili investitori e alcuni potenziali clienti hanno espresso gradimento per il nostro progetto mostrandosi interessati a testare il nostro prodotto WinePLastics Filler. Inoltre sono iniziati anche dialoghi interessanti con altre startup simili alla nostra, per possibili collaborazioni future. A livello operativo siamo concentrati sulla fase di produzione dei nostri primi lotti di produzione industriale del WPL allargando le possibilità di valorizzazione: siamo infatti pronti per trattare sia rifiuti che i sottoprodotti naturali.


Ci sono stati cambiamenti o modifiche del vostro progetto in vista del PNI?

REAL TIME OCM by SanChip Innovation
Dati i tempi molto stretti, abbiamo privilegiato il lavoro sull’analisi di mercato e i risultati ottenuti sono molto soddisfacenti in termini di product-market fit. Ci stiamo preparando per la costituzione della società nonostante la nuova crisi sanitaria in atto. Speriamo di riuscire entro fine dicembre, massimo gennaio 2021.

ZENIT SMART POLYCRISTALS
Ci siamo resi conto che avevamo ampi margini per ridurre il fabbisogno economico dei primi due anni di vita dell’azienda. Abbiamo quindi rivisto il piano economico alla luce di questo, essendo diventati più forti per quanto riguarda le competenze di carattere imprenditoriale: abbiamo verificato con i numeri che la nostra idea è economicamente sostenibile. Il nostro, tuttavia, è un progetto in continua evoluzione.

K3RX
Di fatto no. Abbiamo rivisto ulteriormente il nostro business plan e ovviamente il pitch per essere in linea con quanto richiesto ma nella sostanza il nostro percorso ci appare in questo momento ben definito. Sappiamo che la strada è lunga e stiamo progressivamente affrontando le dinamiche di un business così complesso come gli aspetti amministrativi, operativi, legali e soprattutto di mercato. Vorremmo però ringraziare gli organizzatori della Start Cup Emilia- Romagna che continuano a sostenerci e a supportarci nella preparazione del PNI.

JEM TECH
Il vero cambiamento è stato l’approccio mentale
. Avendo l’opportunità di partecipare al PNI e dovendoci confrontare con tutte le vincitrici delle rispettive regioni, abbiamo iniziato a ragionare come una vera e propria startup. Certo, vincere sarebbe importante ma il Premio è anche una vetrina per intercettare contatti di grido nazionale e internazionale che saranno ulteriore terreno fertile per lo sviluppo di JEM Tech.

AGROMATERIAE
Abbiamo provato a mettere maggiormente in evidenza la nostra capacità di poter trasformare e lavorare ogni scarto agro-industriale, sia esso rifiuto che sottoprodotto: deve essere chiaro che il nostro potenziale non si esaurisce con il WPL. Infatti oltre alla bontà del prodotto stesso, la nostra value proposition sta anche nei processi industriali che stiamo oggi ottimizzando che oltre ad essere green, economici e facilmente scalabili sono anche versatili e dunque applicabile ad ogni tipologia di scarto naturale.


Quali sono le aspettative nei confronti del PNI? Che obiettivi vi ponete?

REAL TIME OCM by SanChip Innovation
Siamo pronti ma soprattutto siamo molto entusiasti di partecipare al PNI come una delle cinque startup che rappresenteranno l’Emilia-Romagna. Il livello sarà altissimo ma noi ci impegneremo al 110%, siamo fieri di quello che abbiamo fatto e stiamo facendo. Al di là di come andrà, sappiamo che sarà un momento di confronto importante. Ne usciremo con un bagaglio di esperienza in più di cui faremo tesoro. L’obiettivo è comunque di arrivare tra i 16 finalisti. Incrociamo le dita!

ZENIT SMART POLYCRISTALS
Il PNI ci darà molta visibilità ma, oltre a questo, avremo l’opportunità di entrare in contatto con potenziali clienti e investitori. Ovviamente l’ambizione è di vincere ma anche la sola possibilità di partecipare è già un traguardo importante.

K3RX
Certamente sappiamo di avere una progetto interessante che riteniamo non essere una normale evoluzione della ricerca quanto piuttosto una proposta disruptive in un settore, quello della space economy, già di suo molto all’avanguardia. Dovremo impegnarci al massimo per cercare di trasmettere alla giuria la bontà delle nostre idee, provando a raccogliere i pochi fondi necessari che ci servono per renderci il più possibile indipendenti e pronti per il mercato. Questa sarà la vera sfida.

JEM TECH
Siamo nati pronti! Nel mondo delle startup è facile essere scartati da una competizione e vincerne un’altra dopo pochi giorni. Le giurie sono tutte diverse per esperienze e formazione quindi bisogna essere molto flessibili mentalmente e non prenderla sul personale. Noi abbiamo i piedi piantati per terra. Per noi è già questo un ottimo risultato di un percorso straordinario che stiamo facendo come team. Il nostro obiettivo è sempre e soltanto uno: portare sul mercato una tecnologia per rivoluzionare la cardiochirurgia. Questo è quello che conta.

AGROMATERIAE
Per noi il PNI sarà un’occasione di poter conoscere nuovi investitori o partner industriali esperti del nostro settore, quello della plastica e bioplastica e filiera agroindustriale, interessati ad investire nel nostro progetto ma ben venga anche il contatto con clienti potenzialmente interessati a testare il nostro prodotto. Non nascondiamo che vincere non ci dispiacerebbe: con il premio in tasca potremmo completare il nostro anno di validazione industriale (POC) con più facilità.

Poterebbe interessarti anche

0 commenti